Contact Me

For any questions about my work or if you would like to be featured on the podcast, please leave a message here. I'll reply asap. 

Name *
Name
         

123 Street Avenue, City Town, 99999

(123) 555-6789

email@address.com

 

You can set your address, phone number, email and site description in the settings tab.
Link to read me page with more information.

Come Amare Se Stessi: (1) Smettere di Criticarsi

Blog IT

Come Amare Se Stessi: (1) Smettere di Criticarsi

Sara Francesca

Quest’articolo è il primo di una serie di 10 articoli ispirati dai 10 principi per l’amore di sè di Louise Hay.


Durante le prossime 10 settimane ti accompagnerò in un viaggio alla scoperta dell’Amore di Sè. 



Non sarà la prima volta che senti il concetto di “amare te stesso/a”. Dicono che non si riesca ad amare realmente un’altra persona se prima non amiamo completamente noi stessi. 



Amore di sé, self-love, amore del Sè… 



Mi piacerebbe iniziare con un appunto: ne abbiamo davvero così bisogno? In questa società occidentale non vediamo già forse troppe persone “piene di sé”, che amano se stesse a tal punto che sembra si prendano cura solo di se stesse e non pensino agli altri? 



Mmmmh… la mia risposta è sì e no, o dipende dal punto di vista… E’ vero che tutti abbiamo un ego e che ci occupiamo di rispondere ai suoi bisogni e metterlo ben in mostra per definire e difendere la nostra identità, che è il territorio di ognuno, il suo piccolo mondo. 



Quando si parla di Amore di Sè, però, si va più nel profondo. Si parla di Amore per la propria essenza, contatto con la propria anima, o, in termini più profani, con la dolcezza e il senso di pace ce è in fondo al cuore di ciascuno di noi. 



Non importa quanto impegnato/a sei oggi, quanti obiettivi vuoi raggiungere, quante cose vuoi cambiare, lasciar andare o rigirare e rifare nella tua vita.

La perfezione è già dentro di te: quella gemma pura che brilla di pace è già dentro di te e ti ama, ti vuole, ti chiama. 



Ora, dovunque tu sia, fermati un attimo, ti chiedo solo tre respiri insieme.

Tre respiri profondi. Se puoi socchiudere gli occhi ancora meglio.


Facciamo tre respiri profondi, espiriamo e lasciamo andare fuori l’aria percependo la leggerezza del nostro cuore. 





2



3



Ecco lì dentro, nel cuore, quello che hai sentito è l’Amore per te stesso/a, quel punto dove tutto va bene, dove sei al sicuro, dove tutto è perfetto e armonioso e non ha bisogno di aggiunte o modifiche, compreso tu. 



Tu sei perfetto e armonioso. 

Tu sei perfetta e armoniosa. 



Pensa all’essenza di Te, senza i tuoi problemi, senza faccende quotidiane, senza “sì ma…” e “eh però…” 



Un altro bel respiro. 



— 



Quiete, pace. Cos’altro hai da aggiungere? 



C’è qualcosa che ti sta stretto, di te o degli altri o della tua vita in questo momento? 



Quando smetterai di criticare te stesso, allora inizierai ad amarti veramente



Louise Hay, l’autrice a cui mi sono ispirata per avviare questa serie di articoli come Guida Pratica all’Amore di Sè, Louise ci dice: “Se riesci a smettere di criticarti, ce l’hai fatta! Ce l’hai fatta, non ti serve altro!”.



Questa è la prima settimana del corso e ho voluto iniziare andando al nocciolo della questione, per darti da subito un primo passo che può davvero fare la differenza. 



Amore-di-se-step-1-come-amare-se-stessi-louise-hay-10-principi.jpg

Se anche non farai tutto il resto che vedremo in questa guida, almeno ricordati di fare questa cosa: NON CRITICARTI. 




Lo so che non ti vai bene così come sei… ma sai chi è che non ti accetta completamente così come sei? È il tuo ego, il signore di cui stavamo parlando prima. 




Se ripensi a quando eri un bambino o una bambina, quando ancora il tuo ego non era sviluppato, ti andava bene tutto di te. I bambini amano qualsiasi parte del proprio corpo, addirittura le proprie feci se ci pensate. 




E’ la mamma che gli cambia il pannolone che fa gesti tappandosi il naso e dice “bleah che puzza” che gli insegna a rifiutare una parte di sé. Gli psicologi dell’età evolutiva ci dicono che per il bambino le feci sono il regalo che fanno al mondo. Il loro prodotto di scarto è interpretato come un regalo al mondo. Noi gli insegniamo che è da buttare via. Noi gli insegniamo che cosa può accettare e che cosa non può accettare di sè. 




Moltissime di queste informazioni non sono pronunciate a parole, vengono impregnate direttamente nella memoria subconscia, basta un’occhiata, un mezzo gesto, una credenza limitante nella mente del genitore o della società in generale. 




Io oggi è proprio con il tuo subconscio che voglio parlare. 




Gli voglio sussurrare nell’orecchio…

“Sei perfetto così come sei, ti puoi amare, completamente e profondamente

…Puoi avere stima di te, perché sei un essere perfetto, equilibrato e pieno di amore: sotto sotto, nell’essenza, sei questo.” 




Perchè siamo perfetti (anche se non lo siamo)




Allora viene facile non criticarsi. Criticare qualcuno va nella direzione opposta all’amore. Criticare qualcuno significa giudicarlo, non accettarlo, pensare che avrebbe potuto fare di meglio… 




Hai mai fatto caso quante volte al giorno critichi te stesso?




Ci critichiamo quando siamo davanti allo specchio e non ci vanno bene in nostri capelli, le rughe, le occhiaie, ci vediamo troppo grassi o troppo magri, vorremmo forme del corpo diverse. 




Critichiamo noi stessi quando ci dimentichiamo qualcosa o facciamo un piccolo errore e la nostra mente dice: “ahi che scema che sono”, “che stupido che sono stato, potevo fare….” ecc. ecc. 




Critichiamo noi stessi quando non ci andiamo bene, quando iniziamo a usare il condizionale e il congiuntivo ("avrei potuto… se avessi fatto… se fossi più… se solo fossi meno…”, ecc.)




Di nuovo, pensa a un piccolo bambino. Ogni buon genitore sa che con i bambini ci vuole tanta pazienza perché devono imparare tante cose del mondo e se a ogni loro sbagli gli dicessimo “sei un cretino” il bambino crescerebbe con qualche problemino… siete d’accordo? 




Quindi, indipendentemente da cosa sia successo nella tua infanzia, oggi quando commetti errori, quelli che a te sembrano errori, o quando non ti va bene un tuo modo di fare, di essere, di pensare…




Tira un bel respiro, porta tanta pazienza e tanto, tantissimo Amore.




Amati per quello che sei, sei già tanta roba, te lo assicuro! 




Pensa che quello che vuoi migliorare di te, in qualche modo lo stai già migliorando. Pensa che ogni errore, indecisione, insicurezza che hai si risolve se la tratti con pazienza, amore e comprensione. 




Smettere di criticarsi non vuol dire che non possiamo migliorare. Certo che possiamo migliorare, ma con Amore, con parole dolci invece che con critiche o accuse a noi stessi. Perché vogliamo essere “più di noi stessi”, vogliamo essere “più” di quella luce che già abbiamo dentro. 


Fai pratica così



Per mettere in pratica ciò che abbiamo detto finora, ti lascio con un esercizio. E’ la tua missione segreta per i prossimi 7 giorni. 




Inizia a notare quando ti critichi, quando non ti vai bene, quando ti arrabbi con te stesso/a. 

Inizia ad ascoltare le parole che ti dici quando sbagli qualcosa. Come ti rivolgi a te stesso/a? Non serve che le pronunci, magari anche solo nella mente… 




Se vuoi, annota le tue osservazioni su un quaderno, il quaderno del coaching o un piccolo quadretto che dedicherai a questo corso dell’Amore di Sè. 




La tua missione è: notare quando ti critichi e smettere di farlo. 




Ripeto, questo è un passo fondamentale. Se riesci a fare anche solo questa cosa, quotidianamente inserirla nel tuo nuovo modo di pensare e di rivolgerti a te stessa/o… Presto noterai un grande cambiamento nella tua vita. 




E con i saluti finali mi presento brevemente per chi non dovesse ancora conoscermi: mi chiamo Sara Francesca, sono life-coach e appassionata di vivere in armonia con la Natura, con noi stessi e gli altri. Potete trovarmi su Instagram @artofgreen oppure su Facebook con la pagina “The Art of Green” (solo in italiano).




Ci risentiamo la prossima settimana con il secondo step per l’Amore di Sè! 




Se hai commenti o dubbi scrivimi .. su whatsapp, facebook, instagram.. rispondo dappertutto! 




Ho una piccola richiesta da farti. Per preparare quest’articolo (corredato di audiocorso per chi mi segue online) ci ho messo circa 3 ore di lavoro, senza contare il tempo di maturazione dei contenuti.

Ho confezionato questo regalo per te con tutto il mio amore e sono contentissima che ti possa aiutare nella tua vita! 




Se ti è piaciuto quello che hai letto, invialo a un amico o alla tua famiglia. Anch’io ho un ego da nutrire e sapere che il prodotto del mio lavoro può aiutare a star bene ancora più persone… Bhè… è una soddisfazione! Quindi fallo girare su whatsapp, via mail, su Facebook… 




E’ un gesto di affetto per chi ti sta intorno. 




Un saluto e buona, buonissima settimana! 




**** 

 
sara-francesca-signature.png